Cookie Consent by Free Privacy Policy website All’IAA Transportation 2022 di Hannover, Mercedes-Benz Trucks offre un’anticipazione del futuro veicolo a idrogeno GenH2 Truck
settembre 19, 2022 - Mercedes-Benz Trucks

All’IAA Transportation 2022 di Hannover, Mercedes-Benz Trucks offre un’anticipazione del futuro veicolo a idrogeno GenH2 Truck

  • Nel corso della seconda metà del decennio, #mercedesbenztrucks punta ad ampliare la sua offerta di veicoli, introducendo anche modelli di serie con propulsione a celle a combustibile basata sull’idrogeno.
  • I primi prototipi del Mercedes-Benz #genh2truck vengono già attualmente sottoposti a test intensivi – sia sul circuito di prova interno dell’Azienda che sulle strade pubbliche.
  • L’obiettivo dello sviluppo è il raggiungimento di autonomie fino a 1.000 chilometri e oltre. In questo modo il #truck risulterà idoneo ad utilizzi particolarmente flessibili e impegnativi, soprattutto nell’importante segmento del trasporto a lungo raggio.

Stoccarda/Hanover – Per raggiungere l’obiettivo di un trasporto di merci su strada completamente esente da emissioni di CO2, nella seconda metà del decennio la gamma di veicoli offerti da #mercedesbenztrucks sarà integrata da #truck di serie dotati di sistema di propulsione a celle a combustibile basate sull’idrogeno. Si tratta di una scelta resa necessaria dalle molteplici applicazioni e dai differenti compiti che i #truck sono chiamati a svolgere. Per impieghi particolarmente flessibili ed impegnativi, soprattutto nell’importante segmento del trasporto pesante sulle lunghe percorrenze, i propulsori a #idrogeno possono essere la soluzione migliore. Anche per gli autocarri elettrificati vale la seguente regola: nella scelta dei veicoli, le aziende di trasporto prendono decisioni d’acquisto razionali, basate sul costo totale di proprietà e non vogliono scendere a compromessi in termini di adattabilità all’impiego quotidiano, tonnellaggio ed autonomia. #mercedesbenztrucks intende continuare ad offrire ai propri Clienti veicoli che siano la soluzione ottimale in ogni singolo campo d’applicazione.

Un ulteriore argomento che spinge ad investire su una seconda #tecnologia di propulsione a emissioni zero è legato alla disponibilità dell’infrastruttura necessaria e di una quantità sufficiente di energia verde. #mercedesbenztrucks è convinta che una copertura di questo fabbisogno energetico rapida ed ottimizzata dal punto di vista dei costi sia possibile solo con elettricità verde e #idrogeno verde. In futuro quasi nessun Paese al mondo sarà in grado di rifornirsi di sola energia verde a prezzi competitivi. Conseguentemente, sarà necessario un commercio globale di una fonte di energia neutrale dal punto di vista della CO2. L’idrogeno verde avrà un ruolo centrale in questo scenario. #mercedesbenztrucks parte dal presupposto che in futuro questo verrà scambiato a prezzi molto interessanti. Inoltre, il Costruttore di #truck intravede vantaggi sul versante dei costi e della fattibilità tecnica dell’infrastruttura per l’idrogeno, senza dimenticare, dal punto di vista del Cliente, il valore aggiunto in termini di maggiore autonomia, flessibilità e minori tempi di rifornimento. Pertanto, ai fini del contenimento dei costi totali di esercizio, gli autocarri a #idrogeno possono essere una valida alternativa per i Clienti, soprattutto nel gravoso impiego a lungo raggio.

Sviluppo in piena attuazione

Già dallo scorso anno, vengono sottoposti a test intensivi prototipi a celle a combustibile del Mercedes-Benz #genh2truck, sia sul circuito di prova dell’Azienda che su strade pubbliche. Per lo sviluppo di sistemi di propulsione basati sull’idrogeno, #mercedesbenztrucks preferisce l’idrogeno liquido (LH2). In questo stato di aggregazione, questo vettore energetico presenta una densità energetica significativamente maggiore in relazione al volume, rispetto all’idrogeno gassoso. Di conseguenza, è possibile trasportare più #idrogeno, il che aumenta notevolmente l’autonomia e quindi consente al veicolo di offrire prestazioni paragonabili a quelle di un #truck diesel convenzionale. Nello sviluppo del #genh2truck, l’obiettivo è ottenere un veicolo di serie capace di offrire autonomie fino 1.000 chilometri ed oltre. L’inizio della produzione in serie di #truck a #idrogeno è previsto per la seconda metà del decennio.

Cifre chiave del #genh2truck basato su #truck a lungo raggio tradizionali

Per il #genh2truck, gli sviluppatori di Daimler #truck hanno preso come riferimento le caratteristiche del Mercedes-Benz Actros – il #truck a lunga percorrenza tradizionale – per quanto riguarda forza di trazione, autonomia e prestazioni. Stando alle previsioni, nella sua variante di serie il #genh2truck offrirà un carico utile di 25 tonnellate con un peso totale di 40 tonnellate. Due speciali serbatoi di #idrogeno liquido ed un sistema di celle a combustibile particolarmente potente renderanno possibile questo elevato carico utile e l’elevata autonomia. Saranno perciò il cuore del #genh2truck.

I due serbatoi di #idrogeno liquido in acciaio inossidabile previsti per la versione di serie del #genh2truck avranno una capacità di 80 kg (40 kg ciascuno) e potranno quindi contare su una capacità di stoccaggio particolarmente elevata per coprire lunghe distanze. Il sistema di serbatoi in acciaio inossidabile è costituito da due tubi, uno all’interno dell’altro, collegati tra loro ed isolati sotto vuoto.

Il sistema di celle a combustione del #genh2truck eroga 2 x 150 kW, una batteria integrata inoltre fornisce fino a 400 kW per un periodo di tempo limitato. La capacità di stoccaggio della batteria è relativamente bassa (70 kWh), poiché essa si inserisce in aggiunta all’altra fonte energetica non per soddisfare il fabbisogno di energia, ma soprattutto per supportare lo sviluppo della potenza delle celle a combustibile in base alla situazione, per esempio, durante i picchi di carico in fase di accelerazione o durante le marce in salita a pieno carico. Allo stesso tempo, la batteria relativamente piccola rende possibile un carico utile più alto. Nel veicolo di serie, la batteria verrà ricaricata utilizzando l’energia di frenata e l’energia delle celle a combustibile in eccesso. Un elemento centrale della sofisticata strategia di funzionamento dei sistemi di celle a combustibile e di batterie è rappresentato da un impianto di raffreddamento e riscaldamento che mantiene tutti i componenti ad una temperatura di esercizio ideale, garantendo così la durata più lunga possibile. Nella versione preserie, i due motori elettrici sono studiati in tutto per una potenza continua di 2 x 230 kW ed una potenza massima di 2 x 330 kW. La coppia è pari, rispettivamente, a 2 x 1577 Nm e 2 x 2071 Nm.

Ti potrebbe interessare anche

settembre 20, 2022
settembre 20, 2022
settembre 20, 2022

Di successo in successo: l’autobus elettrico MAN è entrato in produzione in serie nel 2020 e a oggi sono già stati ricevuti oltre ...

Hannover, 19 settembre 2022. #iveco Group (MI: IVG) partecipa all’IAA Transportation 2022 – la nota fiera mondiale dei trasporti e...

Scania dimostra all’IAA come la sua ampia gamma di soluzioni sostenibili risponda alle esigenze dei clientiEsordisce all’IAA il tr...

Non perdetevi la prossima puntata di Next To The Truckers
sabato 17 dicembre 23.30
Forbes Italia (canali 511 Sky, 260 Digitale Terrestre, 61 Tivùsat) e Campione Sport (canale 61 Digitale Terrestre)